×

Attenzione

EU e-Privacy Directive

Questo Sito utilizza cookie in conformità alla cookie policy del Sito. Cliccando su ACCETTO, acconsenti all’utilizzo di cookie. Per maggiori informazioni o negare il consenso ai cookie di terze parti clicca su PRIVACY POLICY nel menu' in alto sotto ad HOME.

Hai negato i cookie. Il sito potrebbe non funzionare correttamente.

Sagra Plastic free

Nel 2019 la FESTA della LUMACA è diventata una sagra "Plastic free". Vogliamo dare il nostro contributo alla causa che stanno portando avanti non solo le principali associazioni ambientaliste, ma anche il Ministero dell'Ambiente e la Comunità Europea, che ha stabilito che dal 2021 verranno banditi in tutta l’Unione Europea vari articoli monouso in plastica, quali piatti, bicchieri, posate, cannucce, ecc.

Nonostante la nostra sagra sia da molti anni attenta alla raccolta differenziata dei rifuiti, ciò che ci ha spinto ad anticipare gli obblighi dettati dal Parlamento Europeo è la consapevolezza di poter sensibilizzare tante persone ad abbandonare, o quanto meno ridurre, l'uso di prodotti in plastica monouso, visto gli enormi danni che stanno causando all'ambiente e agli oceani.

Dal 2019, anzichè bicchieri e bottiglie di plastica, ogni volontario in servizio alla FESTA della LUMACA ha a disposizione la propria borraccia, che riempie dagli erogatori a boccione presi a noleggio. Gli oggetti in plastica monouso che utilizzavamo in passato, sono stati sostituiti da prodotti lavabili e riutilizzabili o da prodotti non in plastica. Per fare qualche esempio, i sorbetti sono serviti in flute di vetro, i contenitori per le patatine fritte e le tazzine del caffè sono in cartoncino, i bicchierini per gli amari in bio-plastica (PLA).
Per il futuro ci piacerebbe produrre meno rifiuti possibili, utilizzando sempre più prodotti lavabili e riutilizzabili. Le linee guida legate all'emergenza Covid19 stanno in parte ostacolando questo percorso e ci costringono a rimandare parte dei nostri progetti.
Appena l'emergenza sarà finita, comunque, cercheremo di fare passi avanti nel nostro percorso legato al rispetto dell'ambiente.
La prima regola per definirsi ecologici è quella di produrre meno rifiuti possibili! Ognuno di noi, nel suo piccolo, può contribuire al raggiungimento dell'obiettivo globale.

La nostra iniziativa ha il patrocinio di Legambiente, sezione Emilia Romagna, che ringraziamo per il sostegno.